L'annuncio spiazza Mosca, il successore guarda alla Cina