Mondo

Covid, New York accelera su vaccini: grandi centri e nuove regole

Roma, 12 gen. (askanews) - Gli Stati Uniti hanno registrato altri 204.652 casi di coronavirus e 1.731 morti nelle ultime 24 ore e di fronte alle crescenti critiche per la lenta diffusione dei vaccini a New York sono stati aperti diversi grandi centri di vaccinazione e sono cambiati i criteri di scelta delle persone che hanno la priorità sulle dosi.

Decine di persone si sono messe pazientemente in fila nel Bronx, davanti a uno dei nuovi centri aperti nella Grande Mela.

"Questo è il punto di svolta nella nostra lotta contro Covid-19", ha scritto su Twitter il sindaco Bill de Blasio.

Le nuove linee guida, in vigore nello Stato dopo la rabbia del governatore Andrew Cuomo per aver saputo che alcuni ospedali hanno riferito di aver dovuto buttare le fiale scadute perché non riuscivano a trovare persone da vaccinare, prevedono che in questa fase possano ricevere il vaccino gli over 75 anni, gli agenti di polizia, i vigili del fuoco, insegnanti e lavoratori dei trasporti.

Il vaccino, che è gratuito, inizialmente era stato riservato solo agli operatori sanitari in prima linea, al personale e ai residenti delle case di cura.

Riproduzione riservata ©
loading...