Mondo

Covid, la Danimarca revoca le restrizioni: è il primo paese Ue

Roma, 1 feb. (askanews) - La Danimarca revoca le restrizioni anti-Covid 19 nonostante un alto tasso di incidenza con la variante Omicron: è il primo paese dell'Unione europea a prendere questa decisione. Solo pochi giorni fa le misure di contrasto al virus erano cadute in Gran Bretagna.

Non è la prima volta: già tra settembre e novembre 2020 la Danimarca aveva provato a eliminare le restrizioni, tornate con il forte aumento dei casi dovuto alla nuova variante. Ora si fa affidamento sull'alto tasso di vaccinazione e sul fatto che sia calato il numero dei ricoveri in terapia intensiva: cade l'obbligo di indossare le mascherine, non sarà più obbligatorio mostrare il pass vaccinale, tornano i balli in discoteca e non ci saranno limiti al numero di persone ammesse agli eventi al chiuso. Le precauzioni come la mascherina sono comunque consigliate negli ospedali e nelle case di cura.

L'annuncio era arrivato dalla primo ministro Mette Frederiksen giorni fa: "Dal primo febbraio diciamo 'addio' alle restrizioni e diamo il benvenuto alla vita che conoscevamo prima" aveva detto.

Una decisione che è piaciuta ai danesi. "Per me la cosa migliore è che non abbiamo bisogno di indossare mascherine. Almeno ora abbiamo una scelta, se vogliamo proteggerci o se vogliamo sentirci liberi", dice una ragazza.

"La malattia ora è piuttosto innocua perché molti danesi sono vaccinati", dice un'altra.

Altri paesi si preparano ad allentare le restrizioni. La Francia ha adottato il super green pass ma dal 2 febbraio ha eliminato l'obbligo di mascherina all'aperto; in Italia bisognerà indossarle almeno fino al 10 febbraio. Il Sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri ha fatto comunque sapere che il 31 marzo potrebbe segnare la fine dello stato d'emergenza e delle restrizioni.

Riproduzione riservata ©
loading...