Mondo

Covid, 35 milioni di casi nel mondo. New York chiude 9 quartieri

Roma, 5 ott. (askanews) - Sono oltre 35 milioni i contagi da coronavirus nel mondo. La situazione continua a essere preoccupante in molti paesi come gli Stati Uniti, primo per numero di casi e il sindaco di New York, Bill The Blasio, ha annunciato una nuova stretta: a partire da mercoledì 7 ottobre in nove quartieri scatterà un nuovo lockdown: "Oggi purtroppo non è un giorno in cui festeggiare. Oggi è un giorno molto difficile. E sto per darvi un aggiornamento che non mi dà alcuna gioia. Anzi, mi addolora - ha detto il sindaco - ma in alcune aree della nostra città come a Brooklyn e nel Queens, abbiamo un problema straordinario, qualcosa che non vedevamo dalla primavera".

"E' necessario fermare la diffusione del coronavirus in questi quartieri e altrove - ha aggiunto - è necessario per il bene di tutta New York, che nel complesso continua ad avere un livello di positività molto basso e dobbiamo mantenerlo tale".

Anche le scuole resteranno chiuse in questi nove quartieri. Intanto, in India e Brasile, ma un po' in tutto il Sudamerica la situazione continua a essere preoccupante, mentre sul fronte europeo, maglia nera al Regno Unito che ha superato quota 500mila contagi. In Francia da oggi Parigi diventa zona di massima allerta, il livello più alto, e sono allo studio nuovi divieti sui locali, in particolare i bar.

Anche in Russia c'è stata una nuova impennata. Le autorità di Mosca stanno valutando la possibilità di imporre un rigoroso lockdown per frenare la diffusione del Covid e stanno esaminando diversi possibili scenari.

In questo quadro nero spicca la Nuova Zelanda. La premier Jacinda Ardern ha annunciato la revoca delle restrizioni ordinate ad Auckland per contrastare la seconda ondata, affermando che il suo Paese ha "nuovamente sconfitto il virus".

Riproduzione riservata ©
loading...