Mondo

Coronavirus, in Ucraina proteste all'arrivo sfollati dalla Cina

Kiev, 21 feb. (askanews) - Dozzine di persone protestano fuori da un ospedale nell'Ucraina centrale contro il governo che vuole mettere in quarantena gli sfollati dalla Cina, colpita dal coronavirus.

Sei autobus con gli sfollati sono arrivati al centro medico, accompagnati dalle forze dell'ordine.

Maria, residente a Novi Sanzhary:

"Siamo contro l'arrivo degli sfollati! Lasciateli curare altrove, in aperta campagna, a 20-30 km da noi. Organizzate qualcosa per loro altrove. Questo non è il modo di fare le cose, anche noi siamo esseri umani e abbiamo figli. I dottori non sono in grado di curarli".

La paura, anzi piuttosto il terrore viene espresso anche da un'altra manifestante, Svitlana Ulynets:

"Ecco la mia casa, la barriera, e dopo 50 metri c'è l'ospedale dove vogliono sistemare queste persone. Ci vivo accanto e non sono la sola. Conosco quel posto, non è pronto. Nessuno mi ha chiesto nulla. Devo andarmene? Ho un bambino a casa io".

Inizialmente composta da poche decine di persone, la folla è cresciuta per raccoglierne centinaia durante il giorno.

Nessun caso di coronavirus è stato ancora registrato in Ucraina, situata tra la Russia e l'Unione Europea, ma il suo sistema sanitario in gran parte in avaria sembra mal preparato per la sfida del nuovo coronavirus.

Riproduzione riservata ©
loading...