Mondo

Coronavirus, obbligo mascherina nell'area di Bruxelles

Roma, 12 ago. (askanews) - Obbligo di mascherina, da oggi, negli spazi pubblici su tutto il territorio della regione di Bruxelles per combattere la diffusione del coronavirus. Ad annunciarlo è stato il governo della regione belga.

L'obbligo vigeva già nella maggior parte dei luoghi pubblici chiusi dall'11 luglio. L'ampliamento nei 19 comuni della regione si spiega con il superamento della soglia dei 50 contagi giornalieri ogni 100.000 abitanti, più di 600 nuovi contagi al giorno in questo territorio di circa 1,2 milioni di abitanti.

La reazione degli abitanti di Bruxelles: "E' ridicolo. Credo che se tutti rispettassero le misure, non sarebbe necessario indossare la mascherina. E' ridicolo costringere tutti a farlo, soprattutto perché, come si può vedere, non c'è un aumento evidente dei ricoveri, delle persone in terapia intensiva, o del numero di persone che sono in ospedale. Quindi penso che stiamo nascondendo un po' la situazione".

"Non ha senso. Ma allo stesso tempo credo che se non si riesce a mantenere le distanze, allora occorre indossare la mascherina. Ma se sono da solo per strada e non c'è modo di avere contatti con la gente... sì, è un po' stupido".

"Penso che sia ragionevole, visto l'aumento dei casi. Non lo so. Per me, visto che sto lavorando e devo sempre indossare la mascherina, non cambia molto... Ci sono abituato. Quindi non è proprio un problema per me".

Riproduzione riservata ©
loading...