Mondo

Coronavirus, l'India supera gli otto milioni di contagi

Milano, 29 ott. (askanews) - L'India ha superato gli otto milioni di casi di coronavirus. E' il secondo paese al mondo dopo gli Stati Uniti ad oltrepassare questa soglia. Crescono i timori di una nuova possibile ondata legata alla stagione dei festival induisti. "Sono davvero molto preoccupata, il festival di Diwali è vicino. Il governo non sta imponendo misure restrittive sugli assembramenti nei raduni religiosi", ha detto una studentessa di Delhi.

"Ho appena preso la metro per la prima volta dopo mesi - spiega un ragazzo - la situazione è molto preoccupante. Quasi tutti indossano mascherine e sono state predisposte misure di distanziamento. Ma le infrastrutture sono limitate e noi siamo troppi. Temo che questo peggiori la situazione".

Negozi, trasporti, cinema hanno riaperto e la vita sembra quasi tornata alla normalità nel Paese. Ma gli esperti hanno avvertito che la mancanza di distanziamento sociale e l'uso raro delle mascherine potrebbe portare a un nuovo balzo delle infezioni.

"C'è troppo inquinamento e credo che questo aumenti la pericolosità del virus. E poi la gente continua ad uscire. E ora ci sarà il festival di Diwali come se non ci fosse un virus", dice un giovane.

In India i casi sono aumentati di due milioni a luglio e tre milioni a settembre, ma dalla metà del mese scorso il tasso di contagi sembra aver rallentato, scendendo via via dal picco di 97.894 infezioni e 1.275 morti al giorno.

Riproduzione riservata ©
loading...