Mondo

Coronavirus, in Francia coprifuoco dalle 18. Francesi divisi

Roma, 2 gen. (askanews) - Il primo weekend del 2021 inizia con una nuova stretta per sei milioni di francesi. Per rallentare l'aumento dei casi di contagio da coronavirus il coprifuoco è stato anticipato alle 18 in 15 dipartimenti della Francia.

Dopo due lockdown di diverse settimane la situazione non è infatti ancora migliorata nel Paese, i nuovo casi nelle ultime 24 ore sono stati 20mila. A Nizza, dove i numeri sono pesanti, i residenti si dividono sulla nuova restrizione tra chi la considera "un male necessario" e chi pensa sia una misura del tutto inutile.

"Non ci cambia molto - dice un uomo - di solito usciamo la mattina, nel pomeriggio è raro o solo se ce ne è proprio bisogno, siamo anziani, meglio non uscire la sera, stiamo a casa".

"Penso sia un male necessario - sostiene un altro - il tasso di incidenza a Nizza è molto alto, quindi si spera di ridurlo così in modo da poter tornare presto a una vita più normale".

Non tutti la pensano però allo stesso modo: "Non vedo davvero cosa cambierà, penso che sarà un peso in più per le persone che finiscono il lavoro e non potranno andare a fare shopping, quindi si ritroveranno tutti ogni fine settimana a fare shopping allo stesso tempo, per me è un'aberrazione. Molti negozianti, anche i ristoranti che facevano cibo da asporto, non potranno lavorare, per me, è assolutamente inutile anticipare alle 18".

Riproduzione riservata ©
loading...