Mondo

Clima, attivisti si "incollano" alle mura della Commissione Ue

Bruxelles, 20 giu. (askanews) - Attivisti per il clima del movimento Extinction Rebellion hanno manifestato davanti alla Commissione europea per chiedere il riconoscimento da parte dell'Unione europea dell'"ecocidi", gli atti di distruzione consapevole dell'ambiente naturale.

I dimostranti hanno letteralmente incollato le loro mani alle mura dell'edificio occupando l'ingresso con un sit-in. Samantha Smithson, attivista di Extinction Rebellion: "Sono incollata, sto bloccando l'ingresso perché abbiamo bisogno che l'ecocidio diventi legge. Dobbiamo criminalizzare tutti gli ecocidi. Siamo in un'emergenza climatica ed ecologica. Lo scienziato David King ci ha detto che ci restano due o tre anni per cambiare l'intero sistema globale. Questa cosa è molto grave".

Cléo Mieulet, attivista di Extinction Rebellion: "Vogliamo che l'ecocidio si riconosciuto come un crimine nell'Unione europea perché abbiamo bisogno di proteggere gli animali e le piante per il nostro futuro e il futuro dei nostri figli", ha aggiunto la collega Cléo Mieulet.

Riproduzione riservata ©
loading...