Roma, (askanews) - Il Canada è impegnato "in discussioni" con le autorità del Pakistan per l'eventuale accoglienza di Asia Bibi, la donna cristiana assolta dalla Corte Suprema del Pakistan dopo essere stata condannata a morte per blasfemia, e la cui vita è ancora minacciata. A dichiararlo è il primo ministro canadese, Justin Trudeau.

"Siamo impegnati in discussioni con il governo del Pakistan, non voglio pronunciarmi oltre perché la situazione è molto delicata, il Canada è un Paese che accoglie", ha dichiarato il primo ministro canadese, intervistato dalla France Presse.

Trudeau parla da Parigi a margine delle commemorazioni del centenario dell'armistizio della Prima Guerra mondiale.

Asia Bibi è stata scarcerata nella notte tra il 7 e l'8 novembre e trasportata in un "luogo sicuro" in Pakistan. I membri della sua famiglia hanno sollecitato negli ultimi giorni diversi Paesi occidentali per accoglierla. In Pakistan la sua vita non è al sicuro.