Il Parlamento inglese con 432 voti contrari ha bocciato l'accordo con la Ue. Il voto drammatico alla Camera dei comuni a Londra arriva dopo due anni e mezzo vissuti pericolosamente: il referendum del giugno 2016, le polemiche intorno a Brexit, le dimissioni eccellenti, il braccio di ferro con Bruxelles, i timori per il futuro della City e la lenta agonia di Theresa May, culminata nella bocciatura del 15 gennaio 2019. E adesso?