Mondo

Bilancio Ue, Sassoli: governi facciano proposta accettabile

Roma, 21 feb. (askanews) - Nulla di fatto, per ora, al secondo giorno del vertice dei capi di Stato e di governo dei 27 dedicato al bilancio pluriennale dell'Ue 2021-2027. Ci sono 4 paesi (Austria, Danimarca, Olanda e Svezia) cosiddetti frugali o rigoristi, che fanno "resistenza". Il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, a Roma per l'inaugurazione del master in giornalismo alla Luiss, ha commentato:

"Noi speriamo che alcuni paesi che stanno facendo resistenza si convincano, è un investimento per la vita dei loro cittadini - ha detto- in gioco "c'è il futuro dell'Europa, dove metteremo i soldi i prossimi 7 anni e cosa diventeremo. Vogliamo un'Europa più forte e più capace di competere con gli altri e soprattutto vogliamo un'Europa che cresca, ecco perché servono soldi, servono risorse e ogni soldo che viene messo nel bilancio dell'Europa viene moltiplicato e quindi è un grande investimento, non è mettere in difficoltà i bilanci nazionali".

"Penso che alla fine si troverà un risultato. Il parlamento non ha fretta, spero che i governi facciano il loro lavoro, di fare una proposta accettabile per cominciare il negoziato", ha concluso.

Riproduzione riservata ©
loading...