Mondo

Bielorussia, premio Nobel interrogata per ore dalla polizia

Minsk, 26 ago. (askanews) - Accolta dagli applausi dei manifestanti, con fiori e urla "Spasiba", ovvero "grazie", Svetlana Alexievich, che ha vinto il premio Nobel per la letteratura 2015, è stata convocata dalla polizia bielorussa per un interrogatorio. Ecco le sue dichiarazioni all'uscita, dopo diverse ore:

"Al momento, lui (il presidente Alexander Lukashenko) parla solo con (il presidente russo Vladimir) Putin. Forse c'è un modo per portare Putin e il mondo a discutere (e aiutare a negoziare con l'opposizione, ndr), in modo che Lukashenko capisca che deve mettere se stesso e la sua famiglia sullo stesso piano delle altre persone".

La scrittrice è membro del consiglio di opposizione creato per facilitare i colloqui su una transizione di potere dopo che il presidente Alexander Lukashenko ha vinto un sesto mandato nel voto del 9 agosto contestato dai suoi oppositori.

I pubblici ministeri hanno aperto un'indagine penale contro i membri del consiglio, accusandoli di minare la sicurezza del Paese. Alexievich ha insistito sul fatto che lei e gli altri membri del consiglio non hanno fatto nulla di male.

"Il nostro obiettivo è unire la società e aiutare a superare una crisi politica", ha aggiunto ai giornalisti. "Dobbiamo vincere con il nostro spirito e la forza delle nostre convinzioni".

Riproduzione riservata ©
loading...