Mondo

Bielorussia, liberati oltre mille manifestanti

Roma, 14 ago. (askanews) - Qualche timido applauso, le lacrime sul volto, qualcuno mostra le ferite sulle gambe. Sono stati liberati, a Minsk, in Bielorussia, gli oltre 1.000 manifestanti arrestati durante la repressione seguita alle proteste per la rielezione del presidente Alexandre Loukashenko.

Le prime ad uscire dal centro di detenzione Okrestina di Minsk sono state alcune donne, a gruppetti; poi è toccato agli uomini. Decine e decine di amici e parenti li hanno attesi per riabbracciarli.

I Paesi europei hanno condannato le violenze nella capitale bielorussa; l'Unione Europea si appresta a discutere possibili sanzioni.

Gli oppositori di Lukashenko lo accusano di aver truccato le elezioni per sconfiggere la sua principale rivale, la candidata dell'opposizione Svetlana Tikhanovskaya, che ha lasciato il paese per la vicina Lituania.

Riproduzione riservata ©
loading...