Il vicepremier Matteo Salvini ha spezzato spezza l'ennesima lancia contro le sanzioni europee ed americane alla Russia all'undicesimo Forum economico eurasiatico di Verona. L' “animatore” del Forum, Antonio Fallico (presidente di Conoscere Eurasia e di Banca Intesa Russia), ha inviato lo stesso messaggio, interpretando i desideri della numerosa platea di imprenditori (in totale, 1.300 delegati), raccomandando all'Italia di votare contro il rinnovo automatico delle sanzioni al prossimo Consiglio europeo di dicembre. Anche Romano Prodi ha sottolineato che le sanzioni finiscono per isolare la stessa Europa da una Russia costretta a guardare più a Est che a Ovest. Iil mattatore del Forum e' stato Igor Sechin, numero uno della compagnia petrolifera Rosneft, secondo cui le sanzioni danneggiano il mondo intero e i futuri equilibri energetici. Tra i partecipanti, il protettore dell'Università governativa della Finanza a Mosca, Aleksander Linnikov, afferma che Russia e Italia, come nazioni amiche, potrebbero aiutarsi reciprocamente, anche sul piano finanziario.Leggi l’articoloSechin attacca le sanzioni Usa: «Così distorcono il mercato»