CEO CONFIDENTIAL

Il CEO deve navigare nel mare dell’ignoto

di Pierangelo Soldavini e Frank Pagano

Fabio Ferrari è il fondatore e presidente di Ammagamma, azienda che utilizza l'intelligenza artificiale per soluzioni di business e consulenziali, fino ad arrivare a progetti di grande respiro culturale, come l'educazione al giusto uso della tecnologia nelle scuole primarie.
Il punto che più colpisce nella conversazione con Fabio Ferrari è l'ammissione della necessità di fare ‘surf' in un oceano di cose non note, cambiando la propria strategia al cambiare delle onde. Il mondo di oggi è così.
L'intelligenza artificiale è solo uno strumento al servizio dell'uomo, uno strumento di conoscenza, in un mare ignoto e sempre in evoluzione. Attorno a questo desiderio di creare algoritmi di conoscenza dell'ignoto, Fabio Ferrari ha raccolto 60 giovani, in un ex monastero di Modena, che è la sede della sua Ammagamma. Sembra follia, ma è probabilmente un possibile futuro scenario del mondo del lavoro, dove i contenuti contano tanto quanto lo scopo ultimo dell'intera organizzazione, che in questo caso sposa una missione radicale: mettere il dato al servizio dell'uomo. Un esempio virtuoso, quasi rinascimentale, creato da un professionista della matematica intrappolato in un look da rockstar, o da eretico. Fabio Ferrari è un concentrato di razionalità, passione e fiducia nella tecnologia.
#CEOConfidentialIlSole24Ore

Per approfondire:
VAI ALLA SERIE DI INTERVISTE
“Ceo confindential”, le risposte dei leader ai dilemmi del nostro tempo
Riproduzione riservata ©
loading...

Ultime dalla sezione