Lifestyle

Un doppio cd per i 60 anni di carriera di Gino Paoli

  • 03:10

Milano, 10 apr. (askanews) - Un'energia che fa dimenticare i suoi 84 anni di cui ben sessanta dedicati alla musica. Gino Paoli insossidabile anarchico della canzone italiana torna con "Appunti di un lungo viaggio", il nuovo doppio disco del cantautore genovese d'adozione.

"Si chiamano appunti, sono delle descrizioni di tanti rapporti, di tante situazioni, tanti momenti e ricordi di vita".

Il primo CD, intitolato "Canzoni interrotte", raccoglie nuovi brani inediti, mentre nel secondo, "I Ricordi", sono riuniti i suoi più celebri successi.

"Per i ricordi non è colpa mia e neanche merito mio si è mossa la famiglia intera per scegliere i brani che dovevano essere citati, naturalmente sono riarrangiati, sul progetto nuovo ho lavorato per tre anni ed è una nuova maniera di usare le note e le parole, non con la forma canzone che dovete sentire per capire che cos'è".

Un lavoro per "buttare via tutte le convenzioni" e "arrivare all'essenziale" della canzone, perché, come spiega Paoli, "quando si sente che è il momento, si deve andare avanti a cercare, e io non sono mai stanco di cercare".

"Voglio morire malato perchè ho intenzione di fare tutto, non mi voglio far mancare niente, non voglio arrivare alla fine tutto sano e perfetto e non aver fatto niente, preferisco aver fatto tutto e magari lasciarci la pelle malato".

Inoltre, per festeggiare questo importante momento, Paoli sarà impegnato in tre eventi live speciali.

"Il palco è una malattia, è la cosa più esaltante che ci sia, difficile spiegare che cos'è il palco a uno che non ci va, è inspiegabile, ti fa sentire più vero di sempre e più in e dentro a una cosa come in nessun'altra situazione".

Ironico e irriverrente Gino Paoli non fa bilanci: "Ci sarà il momento del bilancio ma non lo farò io" conclude divertito.

Riproduzione riservata ©
loading...