Lifestyle

Nastri d'argento, trionfo Bellocchio e Favino con "Il traditore"

  • 01:13

Roma (askanews) - Dopo aver conquistato il Globo d'oro della Stampa Estera, "Il traditore" di Marco Bellocchio trionfa anche nella 73esima edizione dei Nastri d'Argento, i premi dei giornalisti cinematografici italiani. Sette Nastri su undici nomination: miglior film, regia, sceneggiatura, montaggio, colonna sonora, attore protagonista, Pierfrancesco Favino, e non protagonisti, Luigi Lo Cascio e Fabrizio Ferracane.

I Nastri per le migliori interpreti femminili vanno quest'anno ad Anna Foglietta, protagonista del film drammatico "Un giorno all'improvviso", Marina Confalone, miglior non protagonista per "Il vizio della speranza" e Paola Cortellesi, migliore attrice di commedia per "Ma cosa ci dice il cervello".

A Stefano Fresi, grazie alle sue interpretazioni in "C'è tempo", "L'uomo che comprò la luna", "Ma cosa ci dice il cervello", doppio premio con il Nastro per il miglior attore di commedia e il 'Nino Manfredi', consegnato dalla moglie di Nino, Erminia. E sempre a proposito di commedie il film vincitore del Nastro quest'anno è "Bangla", del giovanissimo esordiente Phaim Bhuyian.

Riproduzione riservata ©
loading...