Verona, (askanews) - Tre concerti all'Arena di Verona il 14, 15 e 16 settembre per celebrare i 50 anni di Claudio Baglioni in musica, dal 1968 a oggi, una storia raccontata in ordine cronologico: va in scena "Al centro", spettacolo dove per la prima volta il palco è appunto al centro e tutti i posti nell'anfiteatro sono numerati. Sabato 15 settembre il concerto viene trasmesso in diretta in prima serata alle ore 21.05 su Rai 1.

La scena è composta da 8 pedane computerizzate nella parte centrale che creano movimenti verticali di diverse misure e forme, per un palco di 450 metri quadrati in evoluzione, capace di trasformarsi a seconda dei brani eseguiti. Sono tanti gli elementi visivi e scenografici che hanno rappresentato la storia dei live di Claudio Baglioni, uno su tutti la valigia, simbolo del viaggio. Con Baglioni sul palco ci sono 22 musicisti polistrumentisti che, grazie a fiati e archi, permettono alle canzoni di avere arrangiamenti nuovi, poi 26 artisti di altre discipline, tra ballerini e acrobati e oltre 100 performer, con 20 cambi d'abito.

Dopo le 3 date all Arena di Verona, il 16 ottobre da Firenze inizierà il tour di "Al centro", a marzo 2019 Baglioni tornerà con la seconda parte del tour.

In occasione del primo dei tre concerti è stato pubblicato online sul canale Vevo ufficiale dell'artista il video di "Al centro", brano strumentale composto appositamente per essere la colonna sonora di 50 anni di storia: una suite strumentale che accompagna il tour omonimo. Ideato da Guido Tognetti e diretto da Gaetano Morbioli per Run Multimedia, è un viaggio in cui la gente "comune", diversa per età, cultura, provenienza, si unisce a un cast di attori italiani, che tutti insieme si muovono verso la meta misteriosa, proprio l'Arena di Verona, dove li aspetta Baglioni: da Diego Abatantuono a Valeria Solarino.