Firenze, (askanews) - Il Festival di Sanremo raddoppia. Perché, per la prima volta, ci saranno due settimane diverse, una per i Giovani a dicembre e una a febbraio per i 'seniores'.

E sul palco dell'Ariston, a condurre la kermesse musicale dei giovani, potrebbe esserci una coppia davvero originale: Pippo Baudo e Fabio Rovazzi. "Mi piacerebbe - ha risposto Claudio Baglioni, direttore artistico - è un'accoppiata interessante. Li abbiamo incontrati, ma abbiamo incontrato anche altri...".

"Secondo me i cantanti potrebbero anche presentarsi da soli", dice scherzando l'artista che ha incontrato la stampa dopo il concerto di tre ore al Mandela Forum di Firenze per l'apertura del tour "Al Centro".

Sanremo Giovani si terrà a dicembre, e alla domanda se ci si può aspettare Baudo e Rovazzi al fianco di Baglioni anche a febbraio, l'artista romano risponde sempre scherzando: "Bisogna vedere come si comportano, perché c'è una selezione anche per loro".

Baglioni ha poi spiegato il funzionamento di Sanremo Giovani. Lo schema prevede una settimana di attività: quattro preserali su Raiuno con i quali si potranno conoscere più da vicino i 24 concorrenti giovani che poi parteciperanno alla finale. E due prime serate su Rai Uno, in cui verranno premiati come vincitori un'artista interprete in ciascuna serata; i due parteciperanno direttamente al festival di febbraio insieme ai campioni.

Per l'edizione di febbraio, dunque, in gara ci saranno 24 artisti: 22 veterani e i 2 che avranno vinto Sanremo Giovani.