Lifestyle

Alessio Bonomo in "La musica non esiste": un omaggio a Mesolella

  • 03:21

Roma, (askanews) - Dodici tracce, un viaggio coinvolgente, un disco che diventa omaggio a Fausto Mesolella, che dell'album, oltre ad aver suonato, ha curato arrangiamenti e produzione artistica. Si intitola "La musica non esiste" (per Esordisco), il nuovo lavoro discografico del cantautore Alessio Bonomo.

"Un disco di 12 tracce che noi abbiamo inteso come un viaggio, come un flusso creativo molto istintivo, sia io che Fausto condividevamo l'idea di non farlo diventare un lavoro troppo mentale".

"C'è un filo rosso che collega tutto, è il suono del disco. Quando si selezionano i brani, inconsciamente si crea un percorso. Io l'ho vissuto come un percorso".

Nel disco la poesia del suono creato da Mesolella (scomparso nel marzo 2017) e quella autorale di Bonomo danno vita ad immagini ed emozioni. Nelle 12 tracce, anche un brano dedicato alla sua Napoli.

'O 'mbrello è il brano dove Fausto Mesolella oltre ad essere produttore, è anche cantante. È l'unico brano dove cantiamo insieme. Sono legatissimo a questo brano. È una metafora e l'unica traccia in napoletano, è un omaggio alla mia città".

Dopo l'improvvisa scomparsa di Mesolella, è stato Tony Canto a prendere il timone e a concludere le registrazioni dell'album, (che si avvale della partecipazione di Francesco Oliviero al pianoforte, Almerigo Pota al flicorno e che vanta la presenza di compagni di viaggio d'eccezione: gli Avion Travel quasi al completo - Peppe Servillo, Ferruccio Spinetti al contrabbasso, Mimì Ciaramella alla batteria, Peppe D'Argenzio al sax - oltre a Petra Magoni e Alessandro Mannarino).

Ora per Bonomo due appuntamenti live importanti: "Dopo tutto il lavoro che è stato fatto per questo disco è arrivato il momento di suonare dal vivo. Il primo appuntamento è il 5 maggio a Napoli, con degli ospiti che omaggeranno Fausto Mesolella. Ci sarà Rais, Daniele Sepe e Roberto Colella della Maschera. "Il 16 maggio un altro concerto a Roma".

Insomma, un disco che diventa quasi omaggio a Mesolella. Che Bonomo ricorda così: "L'ultimo viaggio fatto insieme in macchina, da Caserta a Roma, per un concerto al Monk. "In quel viaggio lui guidava e mi raccontò tante cose della sua infanzia, è una cosa che mi rimarrà dentro".

Riproduzione riservata ©
loading...