Roma, (askanews) - Si è spento a 82 anni Burt Reynolds, star del cinema degli anni '70 e '80, considerato un sex symbol. Ha avuto un arresto cardiaco mentre si trovava nella sua abitazione, in Florida, ed è poi morto in ospedale. Soffriva da tempo di problemi al cuore.

Nato nel 1936, famoso per film come "Un tranquillo week-end di paura" (Deliverance), di John Boorman e "Quella sporca ultima meta" di Robert Aldrich, per "Boogie Nights" di Paul Thomas Anderson venne nominato agli Oscar e vinse un Golden Globe.

Una filmografia sterminata la sua, una settantina di film tra spaghetti-western, cinema d'azione e commedie romantiche Avrebbe dovuto apparire anche nel nuovo film di Quentin Tarantino "Once Upon a Time in Hollywood", era infaticabile. HOllywood gli ha reso omaggio con fiori e ricordi accanto alla sua stella sulla Walk of Fame.

2.07 "Sono davvero triste - dice una fan - era fantastico, io sono cresciuta guardando i suoi film - è davvero un giorno triste".