Italia

Volo dell'Angelo: a 400 metri nel vuoto sopra le Dolomiti Lucane

Roma, 20 giu. (askanews) - Tre chilometri di adrenalina, a una velocità massima di 120 km orari: un senso di leggerezza e libertà, per ammirare - a occhi straperti - le meraviglie delle Dolomiti Lucane. Fino al 6 novembre è possibile provare il Volo dell'Angelo (chi lo ha fatto consiglia di farlo almeno una volta nella vita, non ve ne pentirete), il primo impianto italiano a moto inerziale e il più lungo di Europa, l'attrattore che sempre di più genera turismo tra i borghi di Castelmezzano e Pietrapertosa, due dei borghi più belli d'Italia, nel cuore della Basilicata.

Si vola tra guglie di roccia, querce e borghi incastonati nella pietra, lungo un carrello che scorre su un cavo d'acciaio, Tra castelmezzano e Pietrapertosa. Dopo due anni di pandemia e restrizioni, si torna così a "volare".

"In questi due mesi abbiamo avuto già più di duemila persone - spiega Donatello Caivano, amministratore unico Consorzio Volo dell'Angelo - siamo molto soddisfatti. C'è una stagione con prospettive importanti. Abbiamo già prenotazioni per luglio e agosto e siamo fiduciosi di una bella ripartenza". "Dopo due anni abbiamo richieste da stranieri: dall'Inghilterra, Svizzera, Francia ma anche America e Australia. La fine della pandemia - prosegue Caivano - ci ha permesso di avere il 13-14% in più di turisti stranieri. Si conferma inoltre la presenza dalle regioni limitrofe, come Puglia, Campania, Lazio e Lombardia".

Due le stazioni di partenza e arrivo per il Volo dell'Angelo, posizionate a diversa altitudine, rispettivamente di 118 e 130 metri. La prima parte da Pietrapertosa (quota di partenza supera i 1000 metri) e arriva a Castelmezzano (quota di arrivo 859 mt) dopo aver percorso 1415 metri e raggiungendo una velocità massima di 110 km/h. La linea Paschiere, invece, permette di lanciarsi da Castelmezzano (il punto di partenza si raggiunge con una camminata di 20 minuti, in un ambiente selvaggio e incontaminato; quota di partenza 1019 metri) e arriva a Pietrapertosa (quota di arrivo 888 metri), su una distanza di 1452 metri.

Si può volare da soli (gli avventurosi devono avere almeno 16 anni) per sentirsi come Icaro, realizzare una piccola follia o ricaricarsi con una bella dose di adrenalina (uniche precauzioni: pesare dai 40 ai 120 kg per il volo singolo e max 150 kg per il volo in coppia e non avere problemi al cuore), oppure in coppia. In qualunque modo, esperienza tutta da vivere.

"Il Volo dell'Angelo - prosegue Caivano - si effettua in assoluta sicurezza. Diamo particolare attenzione a tutti i controlli che vengono effettuati annualmente. E' un'esperienza adatta a chi ha compiuto 12 anni, singolarmente o in coppia, per una emozione incredibile: a 400 metri nel vuoto, e a 120 km orari è irripetibile in qualunque altro posto in Italia".

"Quando camminerete sulla terra dopo aver volato, guarderete il cielo perché là siete stati e là vorrete tornare" (Leonardo Da Vinci).

Riproduzione riservata ©
loading...