Italia

Violenza sulle donne: sì al codice rosso per accelerare i tempi della giustizia

di Nicoletta Cottone

Il ddl contro la violenza sulle donne modifica il Codice di procedura penale con l'obiettivo di tutelare le vittime di maltrattamenti, violenze sessuali e atti persecutori. Obbligo per la polizia giudiziaria di riferire al pm le notizie di reato per maltrattamenti, violenza sessuale, atti persecutori e lesioni aggravate in famiglia o tra conviventi. Il pm dovrà procedere all'assunzione entro tre giorni dall'iscrizione del procedimento di sommarie informazioni sulla vittima, che dovrà essere audita senza ritardo. Per la polizia giudiziaria canale preferenziale nella trattazione delle indagini delegate dal Pm su questi reati. Formazione ad hoc con frequenza obbligatoria per Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e corpo di Polizia penitenziaria. Obbligo di attivazione di corsi entro 12 mesi.

PER SAPERNE DI PIÙ
Violenza sulle donne, ecco il Ddl per accelerare i tempi della giustizia
Riproduzione riservata ©
loading...