Italia

Vaccini antinfluenzali ai bambini tra ritardi e disorganizzazioni

Roma, 4 nov. (askanews) - Vaccino antinfluenzale fortemente consigliato mai come quest'anno con la pandemia di Covid-19 anche per i bambini, nella fascia dai 6 mesi ai 6 anni. Ma si va a caccia delle dosi, come per gli adulti, regna un po' il caos nelle Regioni, si va in ordine sparso.

Paolo Biasci, presidente della Federazione italiana medici pediatri (FIMP): "Le problematiche di tipo organizzativo stanno emergendo settimana per settimana, si fa fatica a spiegare questa cosa se pensiamo che la preparazione alla fase post-estate, quella che stiamo vivendo ora, era possibile farla in modo migliore".

Difficoltà anche nel Lazio che ha fatto una forte campagna e si è posta l'obiettivo di vaccinare 2,4 milioni di persone contro l'influenza stagionale, ma per Teresa Rongai, Segretaria della sezione Roma e Lazio della Fimp, c'è stato un errore di valutazione e di distribuzione da parte delle Asl e molti pediatri hanno già finito le dosi o ne hanno ricevute poche. Alcuni distretti, racconta, hanno dovuto interrompere la somministrazione dei vaccini per alcune settimane. "In alcune regioni siamo riusciti a partire presto, a ottobre, in altre in questi giorni, è un'Italia a varie velocità e sull approviggionamento qualche difficoltà c è. Le aziende consegnano un po a tranche e a volte si creano buchi di un paio di settimane e anche noi dobbiamo rivedere tutta la nostra organizzazione".

Si parlava di organizzare la campagna vaccinale per i bambini già in primavera, su larga scala. "Nella circolare ministeriale già da un paio d'anni si dice anche di vaccinare i contatti di soggetti a rischio, se pensiamo a quanti nonni ci sono... Questo estende molto la circolare e la necessità di avere molte dosi anche in età pediatrica".

E ancora di più con il Covid. "Le mascherine, le misure di protezione e le vaccinazioni porteranno a un minor tasso epidemico del virus influenzale quest anno; che è un virus, tra l altro, che lascia anche qualche strascico, se non qualche complicazione e abbassa le difese immunitarie, quindi credo che dopo un'epidemia influenzale rischiare un Covid non sia il momento migliore. Evitare l influenza ci porta anche un vantaggio in questo senso".

Riproduzione riservata ©
loading...