Italia

Ucraina, Putin introduce legge marziale in regioni annesse

Il presidente russo, Vladimir Putin ha firmato un decreto che introduce la legge marziale nelle autoproclamate Repubbliche popolari di Donetsk e Luhansk, e nelle regioni di Zaporizhzhia e Kherson e ha introdotto un “livello di allerta medio” nelle regioni della Federazione russa al confine con l’Ucraina. La legge marziale imposta dalla Russia potrà essere estesa a qualsiasi parte del territorio della Federazione "se sarà necessario". Durante il Consiglio di sicurezza, il leader del Cremlino ha anche annunciato ulteriori misure a sostegno dei mobilitati e delle loro famiglie. L’indennità monetaria dei mobilitati dovrebbe essere di “almeno 195.000 rubli al mese”, circa 3.200 euro. In conclusione di riunione, svoltasi in videoconferenza, Putin ha sottolineato come "Kiev respinga ogni proposta di trattativa e che gli attacchi continueranno". Dichiarazioni inequivocabili che allontanano la pace.
Riproduzione riservata ©
loading...