Italia

Tracce di Covid sui Pos, chiusi 12 supermercati

Gravi carenze igieniche, strutturali e di conservazione degli alimenti in diversi supermercati d'Italia. E tracce di Covid su tastiere del bancomat, carrelli, tasti delle bilance e sui dispositivi “salvatempo” che gli utenti usano per la lettura automatica dei prodotti acquistati. I carabinieri del Nas (Nucleo antisofisticazioni e sanità) sono stati nei supermercati italiani per verificare le misure di sanificazione di ambienti e le attrezzature. Hanno riscontrato irregolarità presso 173 supermercati, pari al 18 per cento. Deferiti all'Autorità giudiziaria 9 responsabili di supermercati e sanzioni per ulteriori 177, con violazioni amministrative per un ammontare di 202 mila euro. Sono state contestate 226 irregolarità, delle quali 39 riconducibili a carenze igieniche per mancata esecuzione delle operazioni di pulizia e sanificazione dei locali e delle attrezzature ad uso comune. Gli esiti analitici hanno rilevato la positività alla presenza di materiale genetico del virus in 18 casi. Sospesa l'attività commerciale nei confronti di 12 supermercati, dei quali 3 per violazioni alle misure anti Covid. Sequestrati oltre 2mila kg di prodotti alimentari risultati non adatti al consumo, per mancanza di tracciabilità e modalità di conservazione non idonea.
Per approfondire
Coronavirus oggi:
Ue avvia azione legale contro Astrazeneca. Tracce di Covid sui Pos, chiusi 12 supermercati. India, è ancora record mondiale di nuovi casi
I dipendenti del supermercato non possono perquisire le borse personali dei clienti
Riproduzione riservata ©
loading...