Italia

Strage di Capaci, Mattarella esalta le figure di Falcone e Borsellino

Il Capo dello Stato a 28 anni dalla strage di Capaci: «I due giudici hanno fatto crescere nella società il senso del dovere e dell'impegno per contrastare la mafia». Sergio Mattarella, nel commemorare la figura del giudice Giovanni Falcone, ucciso con la moglie e gli uomini della scorta nella strage, ha ricordato anche il collega e amico Paolo Borsellino. E ha detto: «La mafia si è sempre nutrita di complicità e di paura, prosperando nell'ombra. Le figure di Falcone e Borsellino, come di tanti altri servitori dello Stato caduti nella lotta al crimine organizzato, hanno fatto crescere nella società il senso del dovere e dell'impegno per contrastare la mafia e per far luce sulle sue tenebre, infondendo coraggio, suscitando rigetto e indignazione, provocando volontà di giustizia e di legalità».
Riproduzione riservata ©
loading...