Italia

Saman Abbas, il padre: "Ho ucciso mia figlia"

(Lapresse) "Ho ucciso mia figlia, l'ho fatto per il mio onore". È l'intercettazione di una telefonata del padre di Saman Abbas, la giovane pakistana scomparsa la notte tra il 30 aprile e il primo maggio dello scorso anno a Novellara. Le parole registrate un mese dopo, quando l'uomo era già fuggito in Pakistan. Saman, il cui corpo non è mai stato trovato, sarebbe stata uccisa per aver rifiutato un matrimonio combinato. La conversazione è agli atti del processo che inizierà il prossimo febbraio a carico dei famigliari. Rinviati a giudizio i genitori, lo zio – accusato di essere l'autore materiale dell'assassinio – e due cugini.
Riproduzione riservata ©
loading...