Italia

Salvini chiede a governo e Aifa di approvare l'idrossiclorochina

Roma, 3 nov. (askanews) - "Gli italiani non hanno bisogno di paure, di chiusure. Noi questa

mattina abbiamo fatto parlare 3 medici - il dottor Garavelli, il

dottor Cavanna, il dottor Mangiagalli - che chiedono, con il

sostegno di 13 regioni italiane e migliaia di medici italiani e

ospedalieri, di curare i pazienti a casa, perché il problema in

questo momento è non intasare gli ospedali. Si possono curare e

guarire i pazienti a casa con i primi sintomi: sì. Ci sono

farmaci costosissimi e introvabili? No. Io non faccio pubblicità

e non mi interessa perché mi danno una lira: c'è il Plaquenil o

idrossiclorochina che costa 6 o 7 euro, vendibile in farmacia,

che ha salvato migliaia di vite a pazienti con i primi sintomi a

cui l'hanno somministrata nei mesi scorsi, sì": il segretario

della Lega Matteo Salvini, in collegamento con Myrta Merlino a

L'Aria che tira, sostiene così l'uso dell'idrossiclorochina nella

terapia domiciliare per curare i pazienti che presentano i primi

sintomi di Covid-19.

"Tanti medici, e noi con loro, chiediamo al governo e all'Agenzia

del farmaco (Aifa) di approvare questo protocollo per curare i

pazienti a casa, vanno curati, non rinchiusi", ha chiesto

Salvini.

Riproduzione riservata ©
loading...