Italia

Rider: dall’assicurazione alla retribuzione, tutte le novità del decreto

di Nicoletta Cottone

Arrivano livelli minimi di tutela di chi lavora nell'ambito della consegna di cibo a domicilio e riceve ordini tramite una piattaforma digitale. Con il decreto crisi aziendali per i rider arriva l'assicurazione obbligatoria Inail contro infortuni e malattie. La retribuzione sarà un mix di cottimo e paga oraria. I rider saranno retribuiti in base alle consegne effettuate, purché in misura non prevalente. La retribuzione base oraria sarà riconosciuta a patto che, per ogni ora lavorata, «il lavoratore accetti almeno una chiamata. i contratti collettivi potranno definire schemi retributivi modulari e incentivanti, che tengano conto delle modalità di svolgimento della prestazione e dei diversi modelli organizzativi. Il ministero del Lavoro nascerà un Osservatorio permanente, costituito dai datori di lavoro e dai lavoratori del food delivery, che avrà il compito di monitorare e verificare gli effetti della nuova normativa.
PER SAPERNE DI PIÙ
Rider: dall'assicurazione alla retribuzione, tutte le novità del decreto Dalla maternità alla malattia, ecco le nuove tutele per i collaboratori
Riproduzione riservata ©
loading...