Italia

Quagliuolo (Corepla): «Sogno un futuro senza inquinamento in mare»

Grazie al progetto “Fishing for litter” i pescherecci hanno recuperato 25mila chili di plastica in mare durante le operazioni di pesca. Il progetto della Regione Lazio e di Corepla sul recupero della plastica in mare ha consentito di donare al Comune di Fiumicino nuovi arredi urbani realizzati con la plastica riciclata. Il presidente di Corepla Giorgio Quagliuolo racconta come il rifiuto possa, grazie al riciclo, trasformarsi in risorsa. Un vantaggio ambientale ed economico, con la creazione anche di posti di lavoro. “La plastica – spiega Quagliuolo – è un materiale indispensabile al progresso e alla vita umana. E deve essere trattata e gestita in modo responsabile, come accade per le automobili”. E come sia indispensabile fare una profonda opera di educazione dei cittadini perché la plastica, come altri materiali, abbia una nuova vita nel riciclo. In Europa l'Italia fa da apripista, ma non dobbiamo dimenticare, spiega il presidente di Corepla, come l'inquinamento marino derivi per il 90% da 10 fiumi non europei. “C'è tanta strada da fare – ha sottolineato il presidente di Corepla - perché il pianeta vada verso un futuro senza inquinamento”.
Per approfondire
Con “Fishing for litter” i pescherecci hanno recuperato in mare 25 tonnellate di rifiuti
Riproduzione riservata ©
loading...