Italia

Popolare di Bari: un piano da 900 milioni per il salvataggio

di Nicoletta Cottone

Varato un decreto legge per il salvataggio della Popolare di Bari, giunto nella notte del 15 dicembre, prima dell'apertura dei mercati. Il decreto ha cambiato nome: introduce misure urgenti di sostegno al sistema creditizio del Sud. Sarà creata una banca di investimento per accompagnare la crescita e la competitività delle imprese italiane. Il decreto stanzia fino a 900 milioni: andranno a Invitalia che li girerà al Mediocredito che potrà acquistare azioni della Pop Bari. Altri fondi per la ricapitalizzazione arriveranno dal Fondo Interbancario. Previsto un aumento di capitale che consentirà il rilancio della Banca Popolare di Bari. Pop Bari dal 13 dicembre è sottoposta alla procedura di amministrazione straordinaria da parte della Banca d'Italia. L'operazione di salvataggio consentirà di tutelare risparmiatori, famiglie e imprese evitando la corsa al ritiro dei risparmi.
Per approfondire
Popolare Bari, il governo approva il piano di salvataggio: 900 milioni a Invitalia e Banca di investimento
Popolare Bari commissariata. Cosa rischiano gli azionisti
Popolare Bari, Mps, Carige: perché l'Italia perde sempre a Bruxelles
Riproduzione riservata ©
loading...