Italia

Ponte Morandi, arresti tra ex ed attuali manager di Autostrade

Genova, 11 nov. (askanews) - Misure cauteari personali per sei persone tra manager ed ex dirigenti di Autostrade nell'ambito dell'inchiesta sul crollo del Ponte Morandi. La Guardia di Finanza di Genova, coordinata della locale Procura, ha eseguito l'ordinanza: Ai domiciliari è finito l'ex amministratore delegato Giovanni Castellucci, oltre a Michele Donferri Mitelli e Paolo Berti, rispettivamente ex responsabile manutenzioni e direttore centrale operativo dell'azienda. Ci sono poi altre tre misure interdittive.

L'indagine, avviata un anno fa, è relativa alle criticità - in termini di sicurezza - delle barriere fonoassorbenti montate sulla rete autostradale.

Secondo gli inquirenti gli indagati erano consapevoli della difettosità delle barriere e del potenziale pericolo per la sicurezza stradale, con rischio cedimento nelle giornate di forte vento (fatti peraltro realmente avvenuti nel corso del 2016 e 2017 sulla rete autostradale genovese). In particolare, è emersa la consapevolezza di difetti progettuali nonché dell'utilizzo di alcuni materiali per l'ancoraggio a terra non conformi alle certificazioni europee e scarsamente performanti.

C'è stata poi una volontà di non procedere a lavori di sostituzione e messa in sicurezza adeguati, eludendo tale obbligo con alcuni accorgimenti temporanei non idonei e non risolutivi.

Le accuse dunque sono attentato alla sicurezza dei trasporti e frode in pubbliche forniture.

Riproduzione riservata ©
loading...