Italia

PC4U e i pc donati

A cura di ScuolaZoo

“Che Storia!” è un format editoriale di ScuolaZoo che racconta storie e iniziative uniche, positive e ispirazionali che vedono come protagonisti i giovani. Dopo un anno in cui i ragazzi sono spessi stati definiti come “untori” e “irresponsabili”, abbiamo voluto far emergere una realtà diversa che rimane spesso nascosta, raccontando le storie di tre giovani che si contraddistinguono per impegno politico, civico e sociale. ScuolaZoo li ha seguiti per tre giornate, indagando sulle motivazioni che li spingono a impegnarsi, sui loro programmi, sulle loro idee per il presente e per il futuro.
Dopo Federico Lobuono (candidato sindaco di Roma a 20 anni), ecco la storia di PC4U, organizzazione No Profit fondata da quattro ragazzi milanesi di 18 anni durante il primo lockdown con l'obiettivo di donare PC e tablet agli studenti che si sono trovati ad affrontare la DAD senza i dispositivi elettronici necessari. “Vedendo i miei fratelli e sorelle fare didattica a distanza, mi sono accorto che in classe loro c'erano studenti che non riuscivano a seguire le lezioni per mancanza di strumenti tecnologici”, spiega Jacopo Rangone, uno dei founder. Dall'idea alla realizzazione il passo è breve: bastano alcune riunioni su Meet con gli amici Matteo Mainetti, Emanuele Sacco e Pietro Cappellini, per fare partire la campagna di crowdfunding e di donazioni, che ha superato i 18mila euro e portato alla consegna di centinaia di dispositivi agli studenti in difficoltà.
Riproduzione riservata ©
loading...