Italia

Pasini (Consorzi Agrari): produzione cereali scarsa ma no allarme

Milano, 26 ott. (askanews) - "Quest'anno abbiamo avuto una produzione cerealicola nazionale piuttosto scarsa dovuta fondamentalmente all'andamento climatico che ha colpito per oltre il 30% il Centro sud Italia mentre per le zone del Nord ha ridotto le produzioni di circa 10-15% In maniera pesante ha colpito le produzioni e i raccolto autunnali come girasole, mais e soia che hanno avuto produzioni inferiori anche del 30-40%". A dirlo Andrea Pasini, dirigente settore cereali di Consorzi Agrari d'Italia. "Tutto questo però non comporta allarmi sulla disponibilità della produzione alimentare - ha rassicurato Pasini - perché anche se siamo con stoccaggi verso minimi storici riusciamo tranquilllamente ad arrivare alla produzione di nuovi raccolti".

Quanto agli effetti del conflitto russo-ucraino Pasini ha sottolineato l'impatto generale sui prezzi mondiali dei cereali: "La guerra in Ucraina ha sconvolto gli equilibri mondiali sulla disponibilità del grano. Oggi l'unico produttore mondiale che ha avuto raccolti abbondanti è la Russia e in questa fase la Russia non si sta rivolgendo ai mercati europei Il blocco delle esportazioni ucraine ha generato una aumento dei prezzi a livello mondiali anche se per l'Europa rappresentava un 15% delle esportazioni".

Riproduzione riservata ©
loading...