Italia

Open arms, Salvini: "Andare a processo perchè ho fatto mio dovere è surreale"

“Difendere i confini, la sicurezza, l’onore, la dignità di un Paese è un dovere non di un ministro, ma di chiunque. Andare a processo perchè ho fatto il mio dovere è surreale”. Lo ha sottolineato il leader della Lega, Matteo Salvini, al termine dell’udienza, a Palermo, nell’ambito del procedimento relativo alla vicenda dell’imbarcazione spagnola Open arms, che lo vede accusato di sequestro di persona e di rifiuto di atti d’ufficio.
Riproduzione riservata ©
loading...