Italia

Maxi operazione antidroga nel Nord Italia: 10 gli arresti

Roma, 10 dic. (askanews) - Maxi operazione anti-droga della Guardia di Finanza di Venezia che ha portato a 10 arresti e 22 provvedimenti cautelari. I reati contestati sono di associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti. Sequestrati anche circa 20 chili di cocaina, marijuana e hashish e denaro contante per oltre 117.000 euro, costituente parte del profitto del traffico illecito.

L'operazione ha riguardato le province di Venezia, Padova, Vicenza, Treviso, Milano, Bergamo, Brescia, Pavia e Bolzano. Dieci sono finiti in manette, per altri 17 c'è il divieto di dimora nella provincia di Venezia, e per ulteriori quattro l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria e il divieto di dimora nella provincia lagunare.

L'indagine, avviata nel 2016, è partita dagli approfondimenti svolti in seguito a sequestri di cocaina, marijuana e hashish avvenuti nel centro storico di Venezia nei confronti di alcune persone di nazionalità marocchina. Gli ulteriori approfondimenti hanno portato al sequestro, vicino al casello autostradale di Mestre e in varie località delle province di Venezia e Padova, di alcuni carichi di cocaina e di hashish destinata al mercato veneziano e all'arresto degli spacciatori.

Smascherata così una ramificata organizzazione criminale composta da cittadini albanesi ed italiani con base a Marghera che gestiva, in maniera strutturata e capillare grazie anche ad una meticolosa suddivisione dei ruoli, un vasto traffico di sostanze stupefacenti che si snodava dall'approvvigionamento delle partite di droga in Olanda fino al minuto spaccio nel centro storico e nella provincia di Venezia.

Quarantacinque i soggetti denunciati, dei quali 32 destinatari dei provvedimenti.

Riproduzione riservata ©
loading...