Italia

M5s, stop armi a Kiev. Di Maio si dissocia: è caos

(LaPresse) In Italia c'è tensione sull'invio di nuove armi a Kiev. I partiti di maggioranza lavorano alla risoluzione da votare martedì dopo le comunicazioni del premier ma i senatori grillini chiederanno al governo "di non procedere". Si dissocia però il ministro degli Esteri Di Maio: "Se ci smarchiamo dalla Nato la nostra sicurezza è a rischio", dice l'ex capo politico contro cui punta il dito l'ala contiana del Movimento. "Rappresenta ancora il M5s o solo sé stesso o qualcun altro?", si chiede il vicepresidente Gubitosa. Soffia sul fuoco l'ambasciatore russo Razov, che dichiara: "Non tutti in Italia sono d'accordo sull'invio di armi a Kiev".
Riproduzione riservata ©
loading...