Italia

La riforma del processo penale: non potrà durare più di 4 anni

di Nicoletta Cottone

La riforma del processo penale varata dal Cdm prevede tempi predefiniti per i giudizi. Massimo due anni per le indagini su mafia, terrorismo, stragi, omicidio e violenza sessuale. Diciotto mesi per la maggior parte dei reati, un snno per le inchieste sui reati minori. Durata massima dei processi: un anno per il primo grado, due per l'appello, uno per la Cassazione. Per reati più gravi durata del processo in primo grado fino a due anni. Aumenta a 8 anni la pena detentiva che può essere oggetto di patteggiamento

PER APPROFONDIRE
Aria di crisi nel governo. Ok Cdm a riforma processo, Iv diserta. Conte contro Renzi: «Deve chiarire. Sfiducia a Bonafede? Trarrei le conseguenze»
Giustizia, come funziona la riforma della prescrizione: rischio ricalcolo per 12mila processi
Riproduzione riservata ©
loading...