Italia

L'eredità di Biagio Conte: "Non lasciare indietro i deboli"

Palermo, 17 gen. (askanews) - "Noi che abbiamo tutto, non abbiamo tempo per aiutare il prossimo". Sono le parole di Biagio Conte, fratel Biagio, in un'intervista inedita realizzata da Antonio Turco, della Comunità Nuovi Orizzonti Sicilia.

Nel giorno dei funerali a Palermo del fondatore della Missione "Speranza e Carità", scomparso il 12 gennaio scorso, le sue parole restano la sua eredità spirituale, in ricordo dei principii che lo hanno guidato in vita, portandolo a rinunciare a tutto per aiutare gli ultimi.

"Sento ogni giorno tante persone scoraggiate, sfiduciate, hanno perso la speranza la fiducia, ma no, noi dobbiamo rispondere a questi momenti difficili con la gioia ma anche con la preghiera, dobbiamo tornare a Dio - dice nell'intervista - e dobbiamo tornare anche al nostro prossimo, il nostro simile", "non è giusto lasciare indietro i più deboli", aggiunge.

Per fratel Biagio bisogna "donarsi per il bene di questa società, diamo un mondo migliore ai giovani, sono preoccupato per il futuro dei giovani, loro sono la generazione futura, devono migliorare il mondo, ma li abbiamo lasciati soli, gli abbiamo dato un mondo esteriore materialistico, è da dentro che dobbiamo riveder tutto e da qui ripartire, ognuno deve fare la sua parte per costruire un mondo migliore".

Riproduzione riservata ©
loading...