Italia

Kazakistan, nella capitale Almaty si contano i danni dopo i disordini

(LaPresse) Ad Almaty, capitale del Kazakistan, si contano i danni dopo giorni di proteste. Le manifestazioni sono iniziate il 2 gennaio scorso e si sono rapidamente diffuse in tutto il paese, con edifici governativi, compresa la residenza del presidente, e auto dati alle fiamme, l'occupazione dell'aeroporto e oltre 160 persone uccise. In totale le persone arrestate durante i disordini sono state più di 8mila.
Riproduzione riservata ©
loading...