Italia

Impagliazzo: «I corridoi umanitari hanno salvato tante vite umane»

di Nicoletta Cottone

Nel Mediterraneo si continua a morire. Nel 2021 sono giunti in Italia via mare 52.820 migranti, di cui 7.267 minori non accompagnati. Loro si sono salvati, ma nel Mediterraneo si muore ancora. Oggi come ieri. Secondo l'Organizzazione internazionale per le migrazioni almeno 1.146 persone sono morte in mare nel tentativo di raggiungere l'Europa nella prima metà del 2021. La strada da percorrere è quella dei corridoi umanitari, un modo per far arrivare legalmente i migranti in Italia. Una strada imboccata da un progetto-pilota di Comunità di Sant’Egidio, Cei-Caritas, Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia e Tavola Valdese, completamente autofinanziato. Un progetto che ha fatto scuola in Europa, replicato da Francia, Belgio, Andorra e Principato di Monaco. Ne parliamo con Marco Impagliazzo, presidente della Comunità di Sant'Egidio.
Per approfondire
Corridoi umanitari, la strada degli ingressi legali per evitare le stragi del Mediterraneo
Riproduzione riservata ©
loading...