Italia

Gli Stati generali della cultura

Il settore della cultura e dello spettacolo è stato uno dei più colpiti dalle misure di contenimento introdotte nell'UE per frenare la diffusione del coronavirus.
In questi mesi sono stati messi a nudo limitazioni e modelli di business ‘pre-covid', ma contemporaneamente si è presentata un'incredibile opportunità di rinnovamento e riorganizzazione, per chi sarà in grado di coglierla. Profondi cambiamenti culturali e tecnologici impongono nuove figure professionali, nuovi investimenti, e una nuova diffusa competenza digitale. Internazionalizzazione, transmedialità e nuove competenze sono alcuni degli elementi da non sottovalutare per un settore che deve trasformarsi per poter ripartire.
Il Sole 24 Ore ha deciso di riavviare il dialogo sull'economia della cultura tra il sistema pubblico e privato italiano cominciato dieci anni fa con il Manifesto della Cultura, nell'obiettivo comune e condiviso di una tempestiva ripartenza economica. Insieme a Il Sole 24 Ore-Domenica, Radio 24, a 24 ORE Eventi e 24 ORE Cultura, Confindustria Cultura Italia e AICC (Associazione Imprese Culturali e Creative) Il Sole 24 Ore organizza dunque l'edizione 2021 degli Stati Generali della Cultura, “Le nuove frontiere della cultura”.
All'evento digitale, il 12 luglio dalle 9.30 alle 13 e dalle 14.30 alle 16.30, parteciperanno tra gli altri il ministro della Cultura Dario Franceschini e la ministra dell'Università e la Ricerca Maria Cristina Messa.
Riproduzione riservata ©
loading...