Italia

Foggia, rapina in tabaccheria di San Severo: fermato il presunto colpevole

(LaPresse) Un fermo dei carabinieri dopo la rapina nella tabaccheria di San Severo, in provincia di Foggia, avvenuta il 4 febbraio, la sesta dal 2017. Stando a quanto apprende LaPresse, il fermo, eseguito dai carabinieri della compagnia di San Severo, è stato convalidato dal gip del tribunale di Foggia. Il presunto colpevole è stato incastrato dal telefonino dimenticato nelle vicinanze della tabaccheria e dalle immagini delle telecamere di videosorveglianza. Il giovane, 21 anni, stando a quanto emerso dalla visione dei filmati, ha agito in 15 secondi, riuscendo a portare via 1.700 euro "Sorprendente la rapidità e non da meno la spregiudicatezza dell'azione, avvenuta alle 18 in una via trafficata e con clienti al bancone", hanno sottolineato i carabinieri di San Severo nel corso della conferenza stampa. "Grazie all'analisi dei sistemi di videosorveglianza si è riusciti a tracciare il percorso e ipotizzare la dinamica: il giovane è arrivato in prossimità della tabaccheria vestito con abiti scuri, si è cambiato indossando un pantalone nero, felpa camouflage e scarpe bianche dimenticando il telefonino nei precedenti vestiti che ha abbandonato dopo distante prima di entrare in azione", hanno spiegato i militari.
Riproduzione riservata ©
loading...