Italia

Domenica 20 e lunedì 21 settembre gli italiani chiamati alle urne

Milano, 19 set. (askanews) - Domenica 20 e lunedì 21 settembre 2020 gli italiani sono chiamati alle urne per il referendum confermativo di revisione costituzionale per la riduzione del numero di parlamentari e per le elezioni regionali in 6 regioni a statuto ordinario (Campania, Liguria, Marche, Puglia, Toscana e Veneto) e 1 a statuto speciale (Valle d'Aosta).

Obiettivo della consultazione elettorale è rinnovare i presidenti delle 7 Regioni e 1.084 sindaci e tagliare 345 parlamentari. Seggi aperti domenica dalle 7 alle 23 e lunedì dalle 7 alle 15.

Gli italiani chiamati al voto sono circa 47 milioni, di questi, poco più di 18 milioni voteranno anche per le regionali. Per le elezioni suppletive del Senato si vota, invece, anche in Sardegna e Veneto.

Sull'esito pesano le restrizioni dovute alle stringenti regole per ridurre i contagi da Covid-19; per votare è necessario che si evitino assembramenti, osservando il distanziamento fisico tra elettori e anche tra gli addetti ai seggi, indossare tutti le mascherine e igienizzarsi le mani prima, "durante" e, preferibilmente, anche dopo il voto. Per chi è in quarantena o in isolamento è previsto il "voto domiciliare".

Riproduzione riservata ©
loading...