Italia

Dl Ristori, dagli indennizzi al rinvio delle tasse agli aiuti per gli affitti

di Andrea Carli

In vigore dal 29 ottobre 2020 le misure previste dal decreto Ristori. Il provvedimento individua attraverso i codici Ateco le 53 categorie che otterranno i nuovi contributi a fondo perduto. Rispetto agli aiuti previsti con il decreto Rilancio, a favore della categorie sono previsti dei moltiplicatori che arrivano al 400% per le discoteche. Trentotto categorie avranno il 200%: tra queste ristoranti, piscine e palestre. Sotto il profilo fiscale, tra le soluzioni previste la cancellazione della seconda rata dell'Imu del 16 dicembre. Il decreto prevede per ottobre, novembre e dicembre un credito di imposta per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d'azienda.
Per saperne di più:
Ristori: ai bar aiuto medio da 2.941 euro, 5.173 euro per i ristoranti
Decreto Ristori, come fare per ricevere gli aiuti
Covid, Inps: nei primi due mesi persi 600 euro in busta paga
Riproduzione riservata ©
loading...