Italia

Detto e contraddetto: Salvini e il caso Gregoretti

di Nicoletta Cottone

Salvini «pronto ad andare in galera». Salvini che lancia un appello agli avvocati per «una difesa collettiva con 500 o mille avvocati». Salvini che tuona contro i giudici di sinistra: «non rompano le scatole». Salvini che dice che la vicenda Gregoretti «è stata gestita dal governo in modo collegiale». Al centro delle dichiarazioni del leader della Lega da giorni c'è la decisione della Giunta delle immunità del Senato sul caso Gregoretti, la nave militare italiana che nel luglio 2019 soccorse 116 persone nel Mediterraneo centrale, restando poi “prigioniera” nel porto di Augusta a causa del divieto di sbarco imposto da Matteo Salvini, allora ministro dell'Interno. La Giunta il 20 gennaio ha dato il via libera al processo a Matteo Salvini sull'ipotesi di accusa di sequestro di persona. Ecco la girandola di dichiarazioni dall'inizio del 2020 del leader della Lega sulla vicenda.
Per approfondire
Detto e contraddetto: Salvini e il caso Gregoretti

Gregoretti, sì della Giunta al processo per Salvini con i voti della Lega. La maggioranza non partecipa
Riproduzione riservata ©
loading...