Italia

Detto e contraddetto: il Mose e le parole scritte sull’acqua

di Nicoletta Cottone

Parole, parole, parole. Tante parole sono state pronunciate negli ultimi 30 anni sulla fabbrica infinita del Mose, progetto dopo trent'anni ancora in itinere, per la difesa di Venezia e della sua laguna dalle acque alte. Leader politici e amministratori: ognuno ha detto la sua nel corso degli anni su quest'opera incompiuta costata quasi 5,5 miliardi. Anno. Che non è ancora stata in grado di difendere Venezia dall'acqua alta di martedì 12 novembre sera, che con 187 centimetri ha sommerso ampie zone della città lagunare, a partire dalla Basilica di San Marco. La consegna, spostata più volte, è prevista nel 2021. Ecco le dichiarazioni che si sono inseguite nel tempo su questa discussa opera.
Per approfondire
Venezia, l'acqua alta e il Mose quasi finito. Perché le dighe non sono state usate Venezia, viaggio dentro il Mose: “budello” di acciaio e cemento sotto il mare Venezia, torna la paura: il sindaco chiude piazza San Marco
Riproduzione riservata ©
loading...