fondi europei

Così avanzerà la ferrovia Napoli Bari

La linea ferroviaria ad alta velocità Napoli-Bari, attesa da 15 anni, costerà 6,2 miliardi e si prevede possa essere completata nel 2026. L'Unione europea contribuisce con un cofinanziamento di circa 400 milioni di euro del Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) attraverso il Pon Fesr Infrastrutture e reti gestito dal ministero delle Infrastrutture. La linea di 121 chilometri è a doppio binario, con nove nuove gallerie, attraverserà Campania e Puglia. L'intervento è ripartito in lotti: il video offre la visione aerea dei primi quattro a partire da Napoli: le prime due tratte sono già in costruzione, mentre quelle successive sono in fase di progettazione esecutiva. Dal 2023 dovrebbe essere attivato il servizio su buona parte della nuova rete.
Per approfondire:
Per la Tav Napoli-Bari arriva la certificazione di qualità ambientale
Riproduzione riservata ©
loading...